Borghi Autentici

Giornata Nazionale dei Borghi Autentici



la Proposta dell'UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA BORGHI E VALLI D'OLTREPO

Alla scoperta di paesaggi e luoghi reconditi dell'Oltrepò Pavese

Una giornata dove il Saper Fare abbraccia la bellezza del territorio, la genialità della popolazione, gli insegnamenti della storia e una cultura millenaria.

Un evento ricco di diverse attività che possono esse godute in toto oppure selezionando quelle meglio rispondenti ai propri interessi e capacità fisiche. Le attività sono aperte a tutti e vorrebbero rappresentare anche la dimostrazione che, insieme, siamo più forti e creativi, promuovendo un coordinamento efficace delle diverse attività, associazioni e competenze che già esistono sul territorio.

<<Alla scoperta di paesaggi e luoghi reconditi dell'Oltrepò Pavese>>

PROGRAMMA

Rocca Susella - ore 9.00

Escursione <<Dalla geologia all’arte: le arenarie di Poggio Alemanno nell’architettura sacra medievale locale>>

con "I Sentieri di Mirna"

Dal Poggio Alemanno a Gomo una breve passeggiata in falso piano ci conduce su un percorso a ritroso nel tempo di ben 28 milioni di anni.

Sono gli esordi del Miocene, quando le acque del grande oceano ligure piemontese cominciano a ritirarsi per lasciare posto ai vasti sedimenti arenacei che tutt' oggi caratterizzano il territorio del Medio Oltrepo' padano. In cammino si potranno osservare impasti primordiali di ciottoli e sabbia, bizzarre formazioni erose ai fianchi e, infine, con lo sguardo verso la pianura, ciò che rimane di un'antica depressione marina tra due piatti promontori: e', per i geologi, la sinclinale di Gomo e per noi un affaccio spettacolare sulla vallata sottostante.

La guida è Mirna Filippi, guida ambientale escursionistica di "I Sentieri di Mirna". (Durata 2 ore circa, percorso di 4,5 km, difficoltà tecnica: turistica).

Quota di partecipazione a persona: 12 euro. Necessaria prenotazione, numero limitato di partecipanti.

Punto di ritrovo ore 8.30 al parcheggio del Comune di Rocca Susella, frazione Susella 1. Termine attività alle ore 12.00 circa.

Di seguito, in questa pagina, trovi i dettagli per la partecipazione, regolamento e condizioni, materiali consigliati.

Rocca Susella - ore 12.00

La Pieve romanica del XII secolo di San Zaccaria

Costruita probabilmente nella prima metà del XII secolo dai maestri comacini, la prima testimonianza storica contenente informazioni di carattere descrittivo sulla pieve di San Zaccaria risale al 1561. Da questa, come Capo-Pieve, dipesero fino al 1700 le parrocchie di Sant'Eusebio, Montesegale, Sanguignano, San Giovanni di Piumesana, Groppo, Susella e Godiasco. Nel 1820 fu ridotta a semplice parrocchia. La maggior parte dell'edificio fu in seguito sconsacrata ed utilizzata per scopi agricoli.

Per la costruzione della Pieve sono stati utilizzati i materiali provenienti dalle cave del territorio come Poggio Alemanno. L'interno conserva ancora alcuni capitelli romanici.

Visita gratuita con guida locale.

Di seguito, in questa pagina, trovi i dettagli per la partecipazione, regolamento e condizioni, materiali consigliati.

Rocca Susella - ore 12.40

Degustazione di prodotti tipici

presso L'Osteria Il Giarone

Situata nei pressi della Pieve di San Zaccaria, l’Osteria Il Giarone, rappresenta un connubio riuscito tra modernità e tradizione. La costruzione dell’Osteria risale a fine Ottocento e dai primi del Novecento diventa un’attrazione importante per i paesi limitrofi e punto di riferimento per viandanti e commercianti che, percorrendo la Via del sale, trovano nelle stanze dell’Osteria un ristoro per la notte.

Nei suoi piatti, la proprietaria dell’Osteria la signora Cesira – specialista delle paste fresche - utilizza materie prime biologiche per preservare gli antichi sapori e favorire le produzioni locali. Al Giarone sarà organizzata una degustazione con i prodotti dei Borghicome per esempio le farine dei “grani antichi” coltivati dagli agricoltori dei quattro Comuni dell’Unione riuniti nell’Associazione dei Grani di Tradizione. Saranno direttamente i produttori a raccontare di questa esperienza unica di riscoperta delle antiche cultivar.


Quota di partecipazione a persona: 25 euro. Necessaria prenotazione e green pass, numero limitato di partecipanti. Punto di ritrovo ore 12.40 al parcheggio del campo sportivo, località Giarone, 3. Termine attività alle ore 14.00 circa.

Di seguito, in questa pagina, trovi i dettagli di partecipazione.

Borgoratto Mormorolo - ore 14.30

Passeggiata "Esplorare il paesaggio, ri-conoscere gli alberi"

con Volo di Rondine

Una passeggiata lenta di osservazione naturalistica, per rendersi conto delle caratteristiche del territorio. Partendo dalla piazza del borgo e spostandosi per un tratto tra le case in pietra e poi per sentieri secondari che, costeggiando la campagna tra viti, orti e frutteti, si affacciano sul paesaggio naturale della Costa Pelata e delle sue valli verdi, caratterizzate da flora rara, sorgenti e ricca fauna.

La naturalista Vera Pianetta, guida dell'associazione Volo di Rondine, accompagna nel percorso facendo notare le principali caratteristiche dell'Oltrepò Pavese: zona ad "alta biodiversità".

Lungo il breve sentiero si faranno soste sotto ad alcuni alberi. Gli alberi sono esseri viventi davvero speciali, inoltre ci svelano molto del terreno e delle caratteristiche di un luogo. In questa stagione stanno svelando i colori autunnali ed anche in questo, con la dovuta attenzione, si scoprono grandi differenze tra i pigmenti. Osservarne le foglie e la corteccia permette di accorgersi della grande varietà. Alcuni di questi di alberi sono spontanei tipici dei nostri boschi, alcuni sono da secoli prestano il loro legno o i loro frutti all'uomo, legandosi alle tradizioni locali. Incontreremo anche quelli esotici, arrivati non da molto, ma ormai frequenti, e al contrario anche gli alberi che da millenni sono legati a rituali ed ai mesi dell'anno già nell'antico calendario celtico. Tra queste essenze, scoprendo le loro caratteristiche, si può provare a riconoscere quella che ci è più simile o la nostra preferita. Il sentiero termina nei pressi della Pieve.

Quota di partecipazione a persona: 10 euro. Necessaria prenotazione, numero limitato di partecipanti.

Punto di ritrovo ore 8.30 al parcheggio del Comune di Borgoratto Mormorolo. Termine attività alle ore 16.00 circa.

Di seguito, in questa pagina, trovi i dettagli per la partecipazione, regolamento e condizioni, materiali consigliati.

Borgoratto Mormorolo - ore 16.00

Visita alla antica Pieve Memoriola del XII secolo

con Pro Loco di Borgoratto Mormorolo

Almeno dal 1251 Mormorola era denominata la pieve, in origine in diocesi di Piacenza, ora in quella di Tortona- erede della chiesa della curtis Memoriola, azienda agricola già dipendente nell’830 dal potente monastero longobardo di Bobbio, e ricordata nei decenni successivi come cella con oratorio, gestita dai monaci per il rifornimento alimentare del monastero e per la cura d’anime della popolazione.

Memoriola a sua volta sembra richiamare l’esistenza, nel suo ambito, di una piccola memoria, ossia un sacello (funerario?) più antico, mutato in luogo di culto cristiano. Borgoratto, nella forma Burgus Ratus, di discusso significato etimologico, compare invece nei documenti solo a partire dal XII secolo, a indicare probabilmente il borgo abitato sviluppatosi nell’ambito della pieve.

L’ Analisi archeologica e architettonica dell’edificio pievano, avviata nel 2004 con l’analisi stratigrafica della parete meridionale del complesso (Dario Gallina), è risultata opera di maestranze di vario livello e formazione, realizzate in un lungo arco temporale, compreso tra XI-XII e XIX-XX secolo.

Gli scavi realizzati nel 2006 e nel 2016 (Cattedra di Archeologia Medievale dell’Università Cattolica di Milano), in occasione dei restauri del presbiteriale (Diocesi di Tortona - Soprintendenza ABAP per le Province della Lombardia occidentale) hanno messo in luce le murature più antiche della chiesa romanica e accertata la sequenza edilizia complessiva comprendente una importante fase di riqualificazione architettonica di XIV-XV secolo con un presbiterio quadrangolare molto ampliato rispetto alla precedente abside semicircolare.


Visita gratuita con guida locale e con archeologa che ha seguito gli scavi.

Di seguito, in questa pagina, trovi i dettagli per la partecipazione, regolamento e condizioni, materiali consigliati.

Borgoratto Mormorolo - ore 17.00

Visita alla azienda agricola agrituristica

presso Azienda Impoggio

Visita all’azienda agricola biologica Agrituristica “Impoggio” che coltiva lavanda, vini, nocciole, piccoli frutti, miele e i prodotti da loro derivati.

L’Azienda Agrituristica Impoggio deve il proprio nome alla sua collocazione in cima appunto ad un “poggio” sulle colline di Borgoratto Mormorolo. Impoggio ha una filosofia rigorosa che consiste nel trattare i terreni solo con concimi naturali e ha scelto di differenziare le proprie colture in modo da poter proporre prodotti con proprietà e caratteristiche diverse tra loro. Pur mantenendo alcuni vigneti per la produzione dei vini Bonarda e Riesling, Impoggio punta a valorizzare la biodiversità del territorio, come sarà illustrato nella passeggiata naturalistica che precede la visita. I partecipanti potranno approfondire le loro conoscenze sulle produzioni locali e conoscere da vicino il funzionamento dell’azienda, con uno sguardo particolare su apicoltura e lavanda, prima di concludere la giornata con una rilassante tisana alla lavanda.


Visita gratuita. Nell'azienda agricola non è possibile l'accesso ai cani.

Di seguito, in questa pagina, trovi i dettagli per la partecipazione, punto di ritrovo, regolamento e condizioni, materiali consigliati.

Indicazioni Generali


Evento aperto a tutti, NECESSARIA LA PRENOTAZIONE SCRITTA, numero limitato di partecipanti.


Possibile prenotarsi online qui https://forms.gle/fWmPqaTh2LGbNLv48 oppure scrivendo una mail a vivereoltrepo@gmail.com


Il pagamento eventuale della quota verrà il giorno stesso dell'evento.


L'evento è confermato in base alle condizioni meteo. In caso di maltempo potrebbe essere necessario annullare l'escursione a Rocca Susella e la passeggiata naturalistica a Borgoratto Mormorolo.


Regolamento sicurezza

Il numero di partecipanti è contenuto e gli spazi sono ampi; le attività di visita sono svolte per la quasi totalità all'aria aperta. E' necessario mantenere distanza dagli altri partecipanti che non siano dello stesso nucleo familiare. Durante gli ingressi alle chiese sarà necessario indossare la mascherina. Al momento della prenotazione e al ritrovo si chiede di dichiarare di non avere sintomi riconducibili a Covid-19. Si chiederà inoltre la disinfezione delle mani con igienizzante.

Materiali da avere con sè

Per le passeggiate sono necessarie scarpe da trekking o scarpe sportive con la suola non liscia, per escursione a Rocca Susella eventualmente consigliati bastoncini da trekking. Borraccia con riserva di acqua, k-way e abbigliamento a strati, mascherina e mascherina di riserva, igienizzante per le mani.